Lasagna gialla con carciofi e porri

teglia-lasagna

01 feb Lasagna gialla con carciofi e porri

Proviamo a fare una bella lasagna vegetale, con carciofi e porri. Sicuramente più leggera delle lasagne tradizionali ma non per questo meno saporita.

Abbiamo usato:

carciofi, porri, besciamella, zafferano, provola, mozzarella, parmigiano, timo, pepe, sale, burro.

Il procedimento è identico ad una lasagna tradizionale, un letto di pasta e uno di farcitura, uno di pasta, uno di farcitura e poi chiudete con un’altro strato di pasta. Preparate separatamente tutti gli ingredienti della farcitura:

– carciofi: puliteli bene togliendo molte foglie esterne e tagliateli a spicchi. Se volete risparmiare tempo e lavoro sono buoni anche i cuori di carciofi congelati. Fateli saltare in padella con un poco di olio, sempre extravergine di oliva, e aglio, per circa 10 minuti.carciofi

– porri: tagliate il gambo a rondelline e metteteli in una padella con un poco di burro. Poi uniteli ai carciofi e fateli cuocere assieme per 3/4 minuti. Aggiungete sale, pepe e del timo. Una parte dei gambi dei porri la separate e la bollite per qualche minuto in un pentolino. Si userà alla fine per decorare la superficie della lasagna.porriroberto-porro

– Latticini: preparate in un piatto la provola tagliata a pezzetti e la mozzarella. Mi raccomando, fate “asciugare” bene i latticini altrimenti rilasceranno troppa acqua nella lasagna. Potete usare della mozzarella o del fiordilatte, lasciati un paio di giorni in frigorifero senza acqua. Potreste provare a mettere anche dei pezzetti di provolone o formaggi filanti.mani-mozzarella

– Besciamella: potete prepararla voi stessi con latte fresco, burro, farina, sale e noce moscata. La preparazione è facile ma un po’ lunga. In rete trovate tanti tutorial! oppure, se il tempo scarseggia, usate quella pronta! Vi consiglio comunque di riscaldarla qualche minuto a fuoco lento, aggiungendo del latte fresco. Quando è bella calda aggiungete una bustina di zafferano e mescolate bene.besciamella

– Lasagna: alcune marche di pasta scrivono sulla confezione che può essere messa direttamente in forno senza cottura in acqua. Personalmente una “calata nell’acqua bollente la faccio fare, pochissimi secondi. Portate l’acqua in ebollizione, aggiungete del sale grosso, e immergete 3 /4 fogli di lasagna alla volta. Appena si ammorbidiscono, circa 30/40 secondi, li tirate su con una schiumarola e li stendete uno alla volta su un panno asciutto.

In una teglia imburrata adagiate il primo strato di lasagna, poi i carciofi con i porri, poi i latticini e poi coprite con la besciamella. Continuate ripetendo gli strati….

chiudete con uno strato di lasagna e con una bella dose di besciamella. Poi una spruzzata di parmigiano e i porri bolliti.lasagna

Infornate a 180° per circa 30 minuti, fino a quando la lasagna in superficie non si incomincia a bruciacchiare. Mi piace molto quello strato superiore un po’ croccante e “arruscato”!

lasagna-piatto

Vediamo le grandi proprietà dei carcioficarciofo

Ormai in tutte le diete e in molti integratori ce la presenza del carciofo, infatti é  Italia il Paese europeo in cui i carciofi vengono maggiormente coltivati.

Ma ora vediamo perché sono cosi preziosi questi ortaggi: sono costituiti principalmente da acqua e fibre vegetali, utili per stimolare e migliorare il buon funzionamento dell’intestino. Sono ricchi di  sali minerali, tra i quali troviamo sodio, potassio, fosforo e calcio. Contengono una grande quantità di vitamine come  la vitamina C,  vitamina B1,  vitamina B3,  vitamina K, ritenuta utile nella prevenzione dell’osteoporosi. Essi rappresentano una fonte di ferro e di rame, elementi impiegati dal nostro organismo nella produzione delle cellule del sangue. Sono inoltre una fonte di betacarotene e luteina, preziosa per proteggere la vista.

I carciofi inoltre contengono una sostanza chiamata  Cinanina che è in grado di renderli un alimento che può contribuire all’inibizione dell’ossidazione del colesterolo LDLe la biosintesi del colesterolo stesso. Possiede inoltre spiccate proprietà depurative e contribuisce all’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo. Rappresentano un diuretico naturale e migliorano la produzione dei succhi digestivi.

La medicina naturale e la fitoterapia utilizzano il carciofo soprattutto in caso di disturbi della cistifellea a e del fegato, oltre che in caso di sindrome del colon irritabile. I suoi estratti possono risultare utili in caso di nausea, vomito ed intossicazioni alimentari, per via delle proprietà depurative. Le foglie di carciofo vengono impiegate per ricavare estratti fitoterapici utili nel trattamento di indigestione e dispepsia, oltre che per stimolare la produzione della bile. Gli estratti di foglie di carciofo permettono di mantenere un equilibrio dei nutrienti essenziali al nostro organismo, oltre a migliorare la salute di unghie e capelli, rendendoli più forti e splendenti.


Tags:
,