La piramide alimentare italiana

wpid-tipps_pyramide-i.jpg

02 gen La piramide alimentare italiana

image

Il ministero della Salute ha affidato a un gruppo di esperti (con il D.M. dell’1/9/2003) il compito di elaborare un modello di dieta di riferimento che sia coerente con lo stile di vita e la tradizione alimentare del nostro Paese. È nata così la piramide settimanale dello stile di vita italiana, elaborata dall’Istituto di Scienza dell’Alimentazione dell’Università di Roma La Sapienza a partire dall’originale definizione di Quantità Benessere (QB) sia per il cibo che per l’attività fisica.
È costituita da sei livelli: al piano terra della piramide troviamo frutta e verdura, alimenti irrinunciabili; al primo piano sono presenti gli alimenti ricchi di carboidrati complessi: pane, pasta e riso, patate e biscotti. Il secondo piano comprende i cibi proteici: carne e salumi, pesce e prodotti ittici, legumi, uova; salendo, sono collocati i grassi da condimento (olio extravergine d’oliva e burro) e i latticini (latte, yogurt e formaggi). Infine, gli alimenti meno fondamentali per la dieta, ovvero gli alcolici (vino e birra) e i dolci. Tutt’intorno è stata messa l’acqua perché se non ci fosse, la piramide non sarebbe completa, non esiste infatti alimentazione corretta senza un giusto apporto di acqua.